Non perdere tempo: analizza l’influenza dei NFP sul dollaro statunitense!

Avviso sulla raccolta dei dati

Manteniamo un registro dei tuoi dati per gestire questo sito web. Cliccando il pulsante accetti la nostra Informativa sulla privacy.

facebook logo with graphic

Seguici su Facebook

Segui le notizie sull'azienda, le notizie di mercato e molto altro!

Grazie, seguo già la vostra pagina!
forex book graphic

Guida Forex per i principianti

Una grande guida al mondo del trading.

Ottieni la Guida Forex

Controlla la cartella “In arrivo”!

Nella nostra email troverai la Guida Forex. Premi il pulsante per ottenerla!

FBS Area personale mobile

market's logo FREE - On the App Store

Get

Avviso di rischio: I ᏟᖴᎠ sono strumenti complessi che comportano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente per via della leva.

Il 77,93% degli investitori retail perde denaro negoziando ᏟᖴᎠ con questo provider.

Dovresti considerare se comprendi come funzionano i ᏟᖴᎠ e se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro.

2020-10-08 • Aggiornato

Crisi nei paesi dell’America Latina. Cosa è successo in Argentina nel 2019?

1.jpg

Le informazioni fornite non costituiscono un consiglio di investimento.

Le valute latinoamericane e in particolare il peso argentino sono state recentemente piuttosto volatili e molti trader hanno notato rapidi cambiamenti nel mercato. Attualmente, il peso argentino sta registrando un rapido declino con massimi e minimi significativi, troppo rapidi anche per una valuta molto volatile. Quale potrebbe essere la ragione di tali “montagne russe”?

Specificità delle economie latinoamericane: contesto

Secondo la maggior parte degli economisti e degli esperti, la politica è la ragione principale dell’inflazione e della svalutazione di una valuta. La crisi economica dello Zimbabwe negli anni ‘90, la crisi del Venezuela nel 2010 e persino il crollo di Wall Street del 1929 sono stati causati principalmente da fatti politici. 

I paesi dell’America Latina sono spesso colpiti da un’alta inflazione. Perchè? L’economista André A. Hofman ha citato diverse ragioni. Crede che lo sviluppo storico dei paesi sia uno dei fattori critici dello sviluppo attuale. Pertanto, due motivi possono spiegare la situazione attuale in America Latina: 

  1. L’economia della maggior parte dei paesi dell’America Latina si basa su una singola merce primaria esportata, di solito risorse naturali o prodotti agricoli come caffè, mais, argento e così via.
  2. Nel corso della storia, i paesi dell’America Latina non hanno avuto una strategia economica rigorosa e definita e hanno lavorato principalmente sotto la forza delle circostanze. Inoltre, queste circostanze hanno generalmente implicato dipendenza da investimenti stranieri e influenza politica.

I principali prodotti esportati dai paesi dell’America Latina sono prodotti alimentari, caffè, cereali, carne di animali, combustibili minerali e così via. La percentuale maggiore di prodotti esportati è ancora agricola: oltre il 52% in Argentina, circa il 39% in Colombia (secondo le informazioni dellOEC). Pertanto, siccità, inondazioni, piogge possono causare gravi danni all’economia... In altre parole, cattivi raccolti possono colpire duramente l’economia. 

Sebbene questi stati siano indipendenti e non più considerati come colonie, le economie dei paesi latinoamericani sono strettamente legate agli investimenti esteri. Ad esempio, gli Stati Uniti sono la principale fonte di investimenti esteri diretti in Messico: nel 2018 gli Stati Uniti hanno contribuito con 12.3 miliardi di dollari, ovvero il 39% di tutti i flussi nell’economia del paese. Il calo del volume degli investimenti o la possibilità di tali eventi possono compromettere seriamente la stabilità della valuta nazionale. 

2.jpg

Agosto-Settembre 2019 in Argentina: cosa sta succedendo?

Il 12 agosto 2019, il peso argentino è calato del 30% in poche ore. Ha raggiunto il livello record di 65 pesos per 1$. L’indice MERVAL, l’indice più importante della borsa di Buenos Aires, è diminuito del 31%. I titoli di stato hanno seguito la stessa strada. La valuta nazionale, le azioni e le obbligazioni sono cadute tutte contemporaneamente per la prima volta in 19 anni.

La spiegazione più plausibile per questi eventi potrebbe sembrare politica, ma in realtà è stata tutta una serie di eventi negativi ad aver generato tali conseguenze. Se si fossero verificati solo uno o due di questi eventi, il peso avrebbe potuto sopravvivere, tuttavia, combinati insieme, hanno portato a una crisi economica considerevole. 

Vediamo le possibili ragioni. L’11 agosto, si sono svolte le primarie prima delle elezioni presidenziali dell’ottobre 2019. Gli eventi hanno avuto una svolta sorprendente. L’attuale presidente Mauricio Macri ha ottenuto solo il 32% dei voti, mentre Alberto Fernández, sostenuto dall’ex presidente Cristina Fernández de Kirchner, ha vinto con il 47%. 

Sebbene secondo il sistema elettorale dell’Argentina, le primarie non influenzino molto il risultato finale delle elezioni, queste primarie hanno messo in evidenza la posizione di Macri. Ciò è stato un serio campanello d’allarme per gli investitori, in particolare per coloro che ricordano il regno del Kirchnerismo e il crollo del 2014 causato dalla politica di Cristina Kirchner. 

Pertanto, le primarie suggeriscono agli investitori che il futuro corso del paese è incerto. Nessuna certezza = nessun investimento. 

3.jpg

Allo stesso tempo, il paese sta ancora vivendo una crisi alimentare. Il 2018 è stato l’anno della peggiore siccità in mezzo secolo ed ha causato danni terribili all’economia di un paese in cui la maggior parte dei beni esportati sono prodotti alimentari e colture. Sebbene gli agricoltori si aspettino raccolti migliori quest’anno, una grave siccità ha già ridotto le esportazioni agricole argentine, ampliando il deficit delle partite correnti. Di conseguenza, basso livello di raccolti = basse esportazioni.

4.jpg

Le dichiarazioni di Macri dopo la perdita delle primarie sono state un’altra ragione per cui il peso non si è stabilizzato. Ha annunciato il piano di rinegoziazione del debito del paese, compreso quello del FMI e ha anche parlato di altre misure serie per contenere la crescente crisi finanziaria del paese, ma non ha avuto riscontri positivi. Il peso è sceso di nuovo di quasi un quarto. 

L’Argentina deve già 56 miliardi di dollari al FMI e Macri ha chiesto altri 5.4 miliardi per aumentare il pagamento dell’investimento. Anche se il FMI ha accettato di “continuare a sostenere l’Argentina in questi tempi difficili”, questa vittoria è discutibile. Macri ha fatto ciò che cercava disperatamente di evitare: chiedere un maggiore sostegno finanziario al FMI. Un uomo d’affari come lui avrebbe dovuto far uscire il paese dalla crisi, ma invece ha fatto il contrario. I cittadini argentini non l’hanno sostenuto molto alle primarie perché si aspettavano che facesse superare la crisi al paese. Il fallimento delle misure prese da una figura politica è quindi il terzo fattore che può provocare una crisi. 

5.jpg

Cosa aspettarsi ora?

Nel 2014, l’ex presidente dell’Argentina, Cristina Fernández de Kirchner, ha lasciato il paese in una profonda crisi e in default. È diventata presidente dopo suo marito, Néstor Kirchner. Durante la loro presidenza, l’inflazione ha raggiunto il picco e la corruzione è diventata insopportabile anche per altri paesi dell’America Latina. Non c’è da stupirsi che gli investitori non si siano sentiti a proprio agio nel vederla tornare.

Le riforme economiche di un uomo d’affari come Mauricio Macri hanno attratto investitori diversi dal FMI, ma sfortunatamente non hanno attratto i cittadini. Questi cambiamenti non hanno migliorato la qualità della vita delle persone o il ritmo dello sviluppo economico argentino e per questo la stessa Cristina Kirchner, che aveva lasciato il paese in stato di default, ora riceve un maggiore sostegno come vice presidente di Alberto Fernández rispetto a Macri. 

La maggior parte degli economisti si aspetta che il peso argentino cali ulteriormente e le loro previsioni sono tutt’altro che ottimistiche. Molto probabilmente, il candidato dell’opposizione non otterrà il sostegno necessario dagli investitori e i debiti del paese potrebbero rimanere a un livello insoddisfacente.

Come possono approfittarne i trader?

Peso argentino, real brasiliano, lira turca: queste valute attraversano alti e bassi a causa della loro elevata volatilità. Le grandi variazioni dei tassi di cambio di queste valute causano cambiamenti critici nel mercato e i trader possono trarne notevoli profitti. Se tieni d’occhio la situazione politica e utilizzi con cautela l’analisi fondamentale, puoi guadagnare dalle fluttuazioni di queste valute.

Fai trading con FBS

  • 297

Senti lo spirito di squadra

Richiamata

Compila il modulo sottostante e ti contatteremo

Scegli il momento migliore per ricevere la nostra chiamata. Possiamo telefonarti dal lunedì al venerdì negli orari suggeriti. Se non dovessimo riuscire a contattarti, riproveremo il giorno successivo alla stessa ora. Per ottenere assistenza in tempo reale, usa la chat di FBS.

Offriamo la richiamata solo in inglese. Se preferisci un’altra lingua, contatta il team di supporto.

Ti chiameremo durante l’intervallo di tempo che hai scelto

Modificare il numero

La vostra richiesta è accettata.

Ti chiameremo durante l’intervallo di tempo che hai scelto

La successiva richiesta di richiamata per questo numero di telefono sarà disponibile in 00:30:00

Se hai un problema urgente, ti preghiamo di contattarci tramite
chat live

Errore interno. Si prega di riprovare più tardi