Non perdere tempo: analizza l’influenza dei NFP sul dollaro statunitense!

Avviso sulla raccolta dei dati

Manteniamo un registro dei tuoi dati per gestire questo sito web. Cliccando il pulsante accetti la nostra Informativa sulla privacy.

facebook logo with graphic

Seguici su Facebook

Segui le notizie sull'azienda, le notizie di mercato e molto altro!

Grazie, seguo già la vostra pagina!
forex book graphic

Guida Forex per i principianti

Una grande guida al mondo del trading.

Ottieni la Guida Forex

Controlla la cartella “In arrivo”!

Nella nostra email troverai la Guida Forex. Premi il pulsante per ottenerla!

FBS Area personale mobile

market's logo FREE - On the App Store

Get

Avviso di rischio: I ᏟᖴᎠ sono strumenti complessi che comportano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente per via della leva.

Il 79% degli investitori retail perde denaro negoziando ᏟᖴᎠ con questo provider.

Dovresti considerare se comprendi come funzionano i ᏟᖴᎠ e se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro.

Rapporto rischio/rendimento: significato, formula e importanza per il trading

Rapporto rischio/rendimento: significato, formula e importanza per il trading

2022-05-27 • Aggiornato

Le informazioni non possono essere considerate consigli di investimento

Cosa distingue un trader ricco e di successo da un trader senza successo? Alcuni dicono che tutto dipende dalla strategia di trading, altri dalla mentalità e dalla psicologia del trading. In genere hanno ragione, ma non è tutto. C'è un aspetto cruciale, probabilmente il più importante nella routine di trading, chiamato rapporto rischio/rendimento. In questo articolo scoprirai tutto al riguardo.

Cos'è il rapporto rischio/rendimento (R/R)?

Il rapporto rischio/rendimento (R/R) misura le entrate e le perdite attese in investimenti e operazioni. I trader utilizzano il rapporto R/R per definire con precisione la quantità di denaro che sono disposti a rischiare e sperano ottenere in ogni operazione. Il rapporto rischio/rendimento si misura dividendo la distanza dal punto di entrata allo Stop Loss e la distanza dal punto di entrata al livello di Take Profit.

La relazione tra questi due dati aiuta i trader a definire se ne vale la pena o meno. Maggiore è il livello di rischio, più il trader può perdere in quanto chiunque può andare incontro a una serie di operazioni errate. Un alto rapporto R/R porterà a perdite irreversibili. Inoltre, il rapporto R/R è un aspetto vitale di ogni strategia di trading di successo e non c'è trader di successo che non lo conosca.

Come funziona il rapporto rischio/rendimento?

Il rapporto rischio/rendimento misura quanti dollari potresti guadagnare per ogni dollaro che metti a rischio. La maggior parte degli analisti, dei trader e degli investitori afferma che il rapporto R/R 1:3 è il migliore per la maggior parte dei casi. Non siamo d'accordo e ti spiegheremo il perché più avanti. Per ora atteniamoci al rapporto 1:3 come il più comune.

Per ogni dollaro che rischi, hai l'opportunità di guadagnare tre dollari. Se hai un rapporto R/R inferiore a 1,0 (il rapporto R/R 1:3 è 0,33, quindi è inferiore a 1,0) otterrai più di un dollaro per ogni dollaro investito. Per gestire meglio il rapporto rischio/rendimento devi usare Stop Loss e Take Profit. In questo modo saprai per certo che non rischierai più di quanto sei pronto a perdere.

L'importanza del rapporto rischio/rendimento

Si può dire che il rapporto rischio/rendimento è una delle cose più importanti che dovresti usare se vuoi diventare un trader di successo. Aiuta a calcolare le perdite e profitti e ti dà un altro motivo per pensarci due volte prima di aprire un'operazione. Sarebbe meglio se non facessi affidamento sul rapporto R/R standard nelle tue decisioni di trading. Devi determinare quanto puoi permetterti di perdere in una particolare operazione e quanto puoi perdere oggi prima di concludere il tuo trading.

Se noti una formazione del prezzo interessante, un contesto economico positivo o hai un'intuizione, puoi permetterti di correre più rischi e avere un rapporto rischio/rendimento di 1:2, 1:1 o anche 1:0,5. Va bene fino a quando capisci perché inserisci una posizione e controlli le tue emozioni. Inoltre, minore è il rapporto R/R che hai (1:3 va bene, ma 1:5 è un po' troppo poco), minori sono le tue possibilità di guadagnare nell'operazione. Ciò accade a causa della volatilità del mercato che può far muovere il grafico verso il tuo Stop Loss e poi invertirsi verso i tuoi obiettivi. Sarebbe utile trovare un equilibrio tra il rapporto R/R e il tasso di guadagno dell'operazione per avere successo.

Ogni attività sul mercato che comporta un rendimento richiede una certa quantità di rischio. Evita le decisioni emotive perché possono cambiare il tuo obiettivo finanziario preimpostato e indurti a fare scelte incoerenti. Bisogna sempre avere un rapporto rischio/rendimento per assumere un rischio calcolato.

Calcolo del rapporto rischio/rendimento

Per calcolare il rapporto rischio/rendimento, inizia definendo sia il rischio che la ricompensa. Entrambi questi livelli sono impostati dal trader.

Il rischio è la quantità di denaro che puoi permetterti di perdere nell'operazione. Non agire alla cieca mettendo l'ordine Stop Loss in un punto casuale del grafico solo per mantenere il rapporto R/R. I livelli di Stop Loss e Take Profit sono molto più importanti del rapporto rischio/rendimento in quanto definiscono se l'operazione avrà una possibilità di successo o meno.

La ricompensa è il denaro che ottieni quando l'operazione raggiunge il livello Take Profit. Allo stesso modo, non posizionare i tuoi livelli Take Profit in un punto qualsiasi del grafico per avere un rapporto R/R standard. A volte è meglio avere un rapporto R/R più piccolo ma una percentuale di guadagno più alta.

C'è una semplice formula del rapporto rischio-rendimento che puoi usare per calcolare il rapporto.

Rapporto rischio/rendimento (rapporto R/R) = (punto di entrata – punto di Stop Loss) / (punto di Take Profit – punto di entrata)

Ad esempio, se acquisti XAUUSD a un punto di entrata di 1.800$ e poi inserisci uno Stop Loss a 1.750$ e un obiettivo di profitto a 2.000$, il rapporto rischio/rendimento è:

(1.800 – 1.750) / (2.000 – 1.800) = 50 / 200 = 1:4 (0,25)

Puoi anche calcolare il rapporto R/R con punti di prezzo. Apri un grafico su Meta Trader 4/5 e fai clic sulla rotellina del mouse. Apparirà il puntatore e potrai fare clic e trascinare il cursore per cercare punti di profitto o perdita.

1.png

Sposta il cursore verso il basso per vedere la possibile perdita.

2.png

Abbiamo una possibile perdita di 5.000 punti e un possibile guadagno di 20.000 punti. Pertanto, il rapporto rischio/rendimento è 4.000 / 20.000 = 1:4 (0,25).

Esempio di rapporto rischio/rendimento

Innanzitutto devi trovare un'operazione che attiri la tua attenzione. Useremo il grafico di XAUUSD (oro) per semplificare le spiegazioni. Abbiamo individuato una divergenza sul RSI e ipotizziamo un aumento dell'oro. Prima di inserire la posizione definiamo il nostro Stop Loss. Dove posizionarlo? Di solito dovrebbe essere posizionato sotto la linea di supporto, ma lo sposteremo ulteriormente per essere ancora più sicuri. A 1.800$ si trova una linea di supporto discreta, quindi metteremo il nostro Stop Loss al livello di 1.790$.

Se fai trading con il RSI, il Take Profit deve essere vicino alla linea di resistenza più vicina, che è 1.833$. Per sicurezza avvicineremo un po' il nostro Take Profit. Il risultato è sui tuoi schermi.

3.png

Dopodiché dobbiamo calcolare il rapporto R/R. In questa operazione il rapporto rischio/rendimento è: (1.800 – 1.790) / (1.830 – 1.800) = 10 / 30 = 1:3 (0,33)

Una buona operazione ben organizzata. Ora possiamo aprire la nostra posizione e aspettare che l'obiettivo venga raggiunto.

Qual è un buon rapporto rischio/rendimento?

La maggior parte dei trader considera il rapporto di 1:3 il migliore. Non siamo d'accordo poiché a volte un rapporto R/R minore comporta un inferiore tasso di guadagno. Quindi, se stai utilizzando un rapporto rischio/rendimento di 1:1 hai maggiori possibilità di realizzare un profitto rispetto a un rapporto rischio/rendimento di 1:4. Ciò accade per via della volatilità del mercato e delle fluttuazioni casuali che possono far oscillare il prezzo verso il tuo Stop Loss prima di raggiungere il livello Take Profit.

Nella maggior parte dei casi, cerca di mantenere il rapporto R/R tra 1:1,5 e 1:3. In questo modo otterrai il meglio: un buon rapporto per aiutarti nel trading e nessun rischio che potrebbe causare una serie di cattive operazioni e conseguenze che farebbero saltare il conto.

Conclusione

Il rapporto rischio/rendimento (R/R) misura le entrate e le perdite attese in investimenti e operazioni. Se il rapporto è maggiore di 1,0, il rischio è superiore al guadagno. Se il rapporto è inferiore a 1,0, il guadagno è maggiore del rischio. Usalo in modo intelligente e migliorerai i tuoi risultati di trading in pochissimo tempo. Buon trading con FBS!

Simile

Strategia di trading Pin Bar

A volte un grafico o un pattern a candele possono fornire un buon segnale di entrata se si trovano a un certo livello. Una Pin Bar è uno dei pattern a candele più affidabili e famosi e quando i trader lo vedono sul grafico, sanno che il prezzo cambierà presto direzione.

Scegli il tuo sistema di pagamento

Senti lo spirito di squadra

Richiamata

Compila il modulo sottostante e ti contatteremo

Scegli il momento migliore per ricevere la nostra chiamata. Possiamo telefonarti dal lunedì al venerdì negli orari suggeriti. Se non dovessimo riuscire a contattarti, riproveremo il giorno successivo alla stessa ora. Per ottenere assistenza in tempo reale, usa la chat di FBS.

Offriamo la richiamata solo in inglese. Se preferisci un’altra lingua, contatta il team di supporto.

Ti chiameremo durante l’intervallo di tempo che hai scelto

Modificare il numero

La vostra richiesta è accettata.

Ti chiameremo durante l’intervallo di tempo che hai scelto

La successiva richiesta di richiamata per questo numero di telefono sarà disponibile in 00:30:00

Se hai un problema urgente, ti preghiamo di contattarci tramite
chat live

Errore interno. Si prega di riprovare più tardi