Non perdere tempo: analizza l’influenza dei NFP sul dollaro statunitense!

Avviso di raccolta dati

FBS registra i tuoi dati per poter gestire questo sito web. Premendo il pulsante "Accetta", accetti la nostra Normativa sulla privacy.

Unisciti alla community Facebook di FBS!

Libro Forex per principianti

La Guida Forex per principianti ti guiderà attraverso il mondo del trading.

Email tooltip

Grazie!

Abbiamo mandato un link speciale alla tua email.
Clicca sul link per confermare l’email ed ottenere gratis unLibro Forex per principianti per principianti.

FBS Area personale mobile

GRATIS

Vista
Il petrolio scenderà a 60$ o salirà a 100$ nel 2022?

Il petrolio scenderà a 60$ o salirà a 100$ nel 2022?

Le informazioni non possono essere considerate consigli di investimento

Prevedere i prezzi del petrolio è sempre difficile e lo è ancora di più poiché il COVID-19 e le sue varianti continuano a sospendere i piani dei consumatori e a sconvolgere l’equilibrio tra domanda e offerta di petrolio. Inoltre, i governi stanno lavorando per smantellare l’attuale sistema energetico globale e passare all’energia pulita. Tutto ciò crea incertezza per i prezzi del petrolio e le compagnie energetiche.

Nei prossimi mesi prevediamo un calo dei prezzi del greggio poiché sembra che l’offerta supererà la domanda e ci sarà un surplus che capovolgerà le cose. Tuttavia, ciò non significa che il petrolio non continuerà il rally iniziato alla fine dello scorso anno nel 2022.

Il potenziale fallimento nel rilanciare l’accordo nucleare iraniano, la maggiore domanda di petrolio durante la stagione estiva e l’incapacità dell’OPEC+ di impegnarsi a pompare le quantità concordate di forniture a causa del rallentamento della produzione potrebbero far salire i prezzi del petrolio.

I prezzi inizieranno a riequilibrarsi nel primo trimestre del 2022. Secondo l’Energy Information Agency (IEA), il prezzo medio del Brent sarà di 70$ al barile nel 2022.

Previsioni su prezzo, offerta e domanda del petrolio

L’Agenzia internazionale per l’energia (AIE) prevede che l’offerta globale di petrolio supererà la domanda quest’anno.

L’offerta globale di petrolio dovrebbe aumentare di 6,4 milioni di barili al giorno nel 2022, rispetto a 1,5 milioni di barili al giorno nel 2021. Secondo l’AIE, la domanda globale aumenterà di 3,3 milioni di barili al giorno nel 2022, rispetto ai 5,4 milioni di barili al giorno nel 2021.

Secondo il rapporto dell’agenzia, il primo trimestre del 2022 potrebbe registrare un surplus di 1,7 milioni di barili al giorno e salire a 2 milioni di barili al giorno nel secondo trimestre del 2022.

Questo surplus potrebbe spingere i prezzi del petrolio a calmarsi un po’ e tornare intorno ai 70$ al barile in questo periodo.

Il petrolio tornerà a 60$ al barile?

Il prezzo del petrolio rischia di scendere a 60$ nei prossimi mesi a causa del rallentamento della domanda causato dalla variante Omicron e dai suoi effetti su economie, produzione, aviazione e viaggi. Ciò accadrà se:

  1. L’OPEC+ rispetta i propri obblighi di produzione collettiva.
  2. Gli Stati Uniti riprendono il loro ruolo di produttore influente e lo shale americano ha un forte ritorno.
  3. Si verifica una svolta nell’accordo nucleare iraniano con le forze occidentali e il petrolio iraniano torna sul mercato nel 2022.

Il prezzo del petrolio potrebbe crollare a 60$ al barile. Tuttavia, questa sarà una grande opportunità di acquisto poiché la tendenza a lungo termine sarà rialzista. 

È possibile che il petrolio raggiunga i 100$ al barile nel 2022?

Con la ripresa delle economie globali dalla pandemia, la domanda di petrolio potrebbe superare l’offerta globale. Tuttavia, le previsioni di un eccesso di offerta nel primo trimestre del 2022 dovrebbero scomparire poiché l’OPEC e i suoi alleati non OPEC guidati dalla Russia non sono ancora in grado di fornire l’aumento previsto di 400.000 BPD al mese.

L’eccesso di offerta si trasformerà in una scarsa offerta man mano che la domanda di combustibili aumenterà con la ripresa delle economie e l’arrivo dell'estate. Ciò potrebbe spingere i prezzi fino a 85-90$ al barile nel 2022. Inoltre, l’OPEC+ dovrebbe mantenere uno stretto controllo sulla produzione, un’ottima formula per far aumentare i prezzi.

L’assenza di petrolio iraniano sul mercato, in attesa dell’eventuale fallimento dei negoziati sull’accordo nucleare iraniano, potrebbe consentire al petrolio di superare la soglia dei 100$ al barile, soprattutto se l’inflazione e l’aumento dei costi di produzione colpisce il settore dei servizi petroliferi.

In definitiva, ci aspettiamo che il petrolio continui il suo rally, ma si calmi un po’ e i prezzi si muovano tra 73$ e 85$ nel corso dell’anno. A seconda delle circostanze, il petrolio dovrebbe subire una certa volatilità tra massimi e minimi.

 ACCEDI

Simile

Popolare

Scegli il tuo sistema di pagamento

Sii il migliore

Richiamata

Compila il modulo sottostante e ti contatteremo

Scegli il momento migliore per ricevere la nostra chiamata. Possiamo telefonarti dal lunedì al venerdì negli orari suggeriti. Se non dovessimo riuscire a contattarti, riproveremo il giorno successivo alla stessa ora. Per ottenere assistenza in tempo reale, usa la chat di FBS.

Offriamo la richiamata solo in inglese. Se preferisci un’altra lingua, contatta il team di supporto.

Ti chiameremo durante l’intervallo di tempo che hai scelto

Modificare il numero

La vostra richiesta è accettata.

Ti chiameremo durante l’intervallo di tempo che hai scelto

La successiva richiesta di richiamata per questo numero di telefono sarà disponibile in 00:30:00

Se hai un problema urgente, ti preghiamo di contattarci tramite
chat live

Errore interno. Si prega di riprovare più tardi